Viaggio andata e ritorno sino al confine dell'universo conosciuto

Quante è grande l'Universo? Probabilmente una risposta sicura non saremo mai in grado di averla. Infatti l'uomo è troppo piccolo e l'Universo è troppo immenso per essere esplorato.

Tuttavia, in questo video, ci vengono mostrati attraverso un viaggio virtuale quali sono i confini dell'Universo. O almeno quelli che consideriamo i confini. Chi è in grado di dirlo con precisione? Il filmato è prodotto dal Museo Americano di Storia Naturale e i pianeti, le stelle e le galassie mostrate sono riprodotte, in modo sorprendente, in scala. Il viaggio inizia dalla terra, e dopo aver attraversato il cosmo alla velocità della luce (300,000 km/s) vengono toccati i confini dell'universo così come li conosciamo (o presunti tali).

E' sorprendente vedere come, anche spostandosi alla velocità della luce, sono necessari milioni di anni per raggiungere le estremità dello spazio. Ed è sorprendente anche sapere che quello che limita la nostra possibilità di vedere zone ancora più lontane dell'Universo non è la distanza, ma il tempo. Infatti, la luce emessa dagli oggetti celesti impiega una certo tempo per raggiungere l'osservatore, per cui attualmente il limite osservabile dell'universo ha un diametro di 93 miliardi di anni luce. Visto che l'uomo non potrà mai spostarsi alla velocità della luce, non potrà mai raggiungere questi confini.  E purtroppo, molto difficilmente saranno raggiungibili anche zone del cosmo localizzate più in prossimità del nostro sistema solare.

Nello spazio ci sono miliardi di galassie simili alla nostra, ed è molto probabile che ci siano galassie con sistemi solari che ospitano pianeti simili alla Terra e abitati da altri esseri viventi. Il vero problema è che non avremo mai la possibilità di arrivare a queste forme di vita. Troppa è la distanza che ci separa. Tuttavia, un giorno l'uomo sarà costretto ad abbandonare la terra. Da un lato la nostra galassia, la Via Lattea, sembra destinata ad essere inghiottita da un buco nero gigante, che domina incontrastato il centro della galassia. Dall'altra parte, il sole andrà incontro al suo destino, cioè la sua morte, quando l'idrogeno nel nucleo sarà esaurito. Questo processo avrà inizio in 4 miliardi di anni e a quel punto l'uomo dovrà cercare una nuova casa abitabile.

Autore max667
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!