Urban Exploration - Prypiat, la città fantasma in Ucraina

Prypiat o Pripiat è una città abbandonata nel nord dell’Ucraina, vicino al confine con la Bielorussia.
La città prende il nome dall’omonimo fiume ed è stata fondata il 4 febbraio del 1970, come la nona città nucleare nell’Unione Sovietica per servire la centrale elettrica nucleare di Chernobyl. È stata ufficialmente proclamata come città nel 1979 con ben 49.360 abitanti, ma è stata evacuata il 26 aprile 1986 dopo il disastro di Chernobyl.
Sebbene Prypiat si trovi all’interno del distretto amministrativo di Ivankiv Raion, la città fantasma ora ha uno status speciale all’interno della provincia amministrativa di Kiev, in cui il Ministero Ucraino delle Emergenze supervisiona la zona ogni anno.
L’accesso a Prypiat a differenza di altre città, non era limitato prima del disastro, dato che le centrali nucleari erano viste dall’Unione Sovietica come le più sicure rispetto a quelle elettriche. Le centrali nucleari sono state presentate al popolo come una conquista di alta ingegneria, dove l’energia nucleare veniva sfruttata per i progetti di pace. Uno slogan famoso in quegli anni era: “atomo pacifico”. Il piano originale era quello di costruire l’impianto a solo 25 km da Kiev, ma l’Accademia delle Scienze insieme ad altri enti si erano opposti al progetto. Di conseguenza il progetto è stato spostato sulla città di Prypiat a circa 100 km da Kiev. Un punto di riferimento importante del luogo, che spesso appare nei vari filmati o fotografie è l’abbandonata ruota panoramica situata nel parco divertimenti. La zona è considerata sicura da visitare, e diverse compagnie ucraine offrono un tour guidato della zona. Il livello di radiazione è diminuito sensibilmente dal 1986.
Autore Nova
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!