Studio Americano: "Gli esseri umani non provengono dalla Terra, ma..."

Una delle teorie più discusse circa l'evoluzione umana è quella che vede nell'uomo una serie di incompatibilità in termini di adattamento con l'ambiente circoastante. Il video porta esempi elaborati dallo studioso Ellis Silver il quale afferma che in base alla particolare fisiologia umana dimostrerebbe che siamo sostanzialmente dei disadattati.

Si fa riferimento alla sproporzione cefalo-pelvica nel momento del parto, una problematica che nessun altro animale ha in quanto antievolutiva (anche il professor Roger Wescott nel suo volume "The Divine Animal" afferma qualcosa del genere). Ecco quindi che nascono spiegazioni che coinvolgono gli extraterrestri come possibili nostri creatori sebbene elementi di studio più rilevanti e decisivi non ce ne siano (almeno per il momento).

Tutti gli altri animali sono perfettamente integrati nell'ambiente in cui vivono, noi abbiamo necessità di coprirci e di utilizzare protesi per cacciare, tutto ciò è antievolutivo; lo sviluppo umano poi è stato, in termini evolutivi, un battito di ciglia rispetto al percorso di tutti gli altri animali (alcuni poi sono rimasti pressoché gli stessi per milioni di anni).

Sembra che degli studiosi abbiano calcolato addirittura che l'orologio biologico umano sia 'tarato' sulla giornata di 25 ore e non 24; ecco che lo studioso Ellis ritiene che l'umanità sia stata portata sulla terra in un range di tempo databile tra i 60 mila ed i 200 mila anni fa. Insomma come fossimo dei cani abbandonati nella piazzola di sosta del sistema solare.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube The Mysteries of the Origins. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!