Scoperto un bunker antiatomico di 3000 anni

La nostra Terra è piena di manufatti antichissimi avvolti dal mistero e che presuppongono l'esistenza di civiltà avanzate, forse più della nostra. La prove di questo è il fatto che ancora oggi, con la tecnologia che abbiamo non sapremmo fare alcune cose che gli antichi fecero, come per esempio spostare massi enormi pesanti molte tonnellate o costruire muri con pietre enormi perfettamente aderenti tra loro.

Una di queste meraviglie che stanno facendo lambiccare il cervello agli archeologi si trova in Turchia, nella città di Derinkuyu, in Cappadocia. A dire il vero la regione è piena di grotte, data la poca consistenza della pietra, che si scava facilmente. Nel 1963 in seguito ad un lavoro di restauro di una grotta, abbattendo una parete si scoprì una cosa incredibile: una vera città sotterranea a più di 85 metri di profondità composta  di 13 piani, fatta di cunicoli, gallerie, prese d'aria. Il complesso poteva contenere circa 20.000 persone. Una vera e propria città.

Le domande che suscita questa opera di ingegneria sono molte: Che conoscenze avevano i costruttori? Con quali mezzi hanno potuto compiere un'opera così complessa? A che scopo rifugiarsi sotto terra? Oggi noi lo faremmo per proteggerci da qualche pericolo molto grande, come una guerra dove avvengono bombardamenti. E chi si combatteva con armi così distruttive da costringere la popolazione a vivere a quelle profondità? Forse una civiltà aliena un po' bellicosa?

Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietà del canale Youtube The Mysteries of the Origins. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!