Oak Island - Il mistero del tesoro sepolto

Tutto ebbe inizio nel 1795 quando un ragazzino che si era avventurato sull'isolotto di Oak nella Nuova Scozia, si imbattè per caso in una depressione nei pressi di un albero che pareva essere stato usato come base per un argano. Memore delle leggende che imperversavano su quel luogo e precisamente quelle che circolavano sul presunto tesoro del Capitano Kidd, decise di condividere la sua scoperta con due suoi amici che come lui amavano le storie di pirati ed amavano trascorrere le giornate a giocare su quell'isola.

Questo fu l'inizio della più grande e misteriosa caccia al tesoro dell'epoca moderna.

Dopo di loro molte altre imprese furono tentate per recuperare quello che si riteneva un leggendario tesoro, ma ad oggi nessuno vi è ancora riuscito, anche a causa di particolari misteriosi venuti alla luce con gli scavi.

Paratie di legni di quercia che si intervallano ogni 10 metri, iscrizioni misteriose, ritrovate nei meandri del pozzo originario, strani resti, ma soprattutto, e questo è il particolare più enigmatico, un complesso sistema di tunnel che sfruttando le maree funge da antifurto per tutti coloro che si avventurano a scavare in quel punto. Infatti ad ogni innalzamento di marea il pozzo si riempie d'acqua vanificando di fatto gli scavi fino a quel momento fatti.

Cosa nasconde davvero il pozzo di Oak Island? Chi si è dato tanto da fare per ideare un sistema così complesso e metodico per tenere lontani eventuali cacciatori di tesori? E soprattutto perchè?

Autore scheggia10
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Fuoco di Prometeo. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!