Nubi nere e suoni inquietanti in Indonesia

Maggio 2015, su una spiaggia dapprima assolata d'improvviso incomincia ad avanzare una coltre di fumo nero, nonché la diffusione di strani suoni inquietanti, gutturali, che provengono dal luogo in cui tale coltre si è originata.

Si nota, che prima di fuggire molte persone si fermano, temerarie, a riprendere il fenomeno con il cellulare o con la videocamera. Infatti, il fenomeno è stato presentato come una sorta di Apocalisse, dai più furbi che hanno voluto strumentalizzare l'evento per qualche ritorno personale: numerosi sono i filmati che girano in rete, con i titoli più assurdi ed anche inverosimili.

In verità, si tratta semplicemente dell'eruzione di un vulcano, il quale non si limita a diffondere fumo e cenere nella zona circostante, perché si mette anche in atto un'attività esplosiva, più o meno intensa, con un'esplosione di cenere che genera appunto queste spesse e dense nuvole nere e questi riverberi inquietanti. O almeno si suppone che sia quella l'origine.

Infatti, se per il fumo abbiamo una spiegazione attendibile e pienamente scientifica, questi suoni danno l'idea di essere lamenti di gigantesche creature viventi, e se un vulcano è in qualche modo vivo, vive con la Terra e le sue manifestazioni, questa sua musicalità prorompente è oggettivamente insolita. Tra le teorie fantascientifiche che hanno accompagnato il filmato, perciò, è stata avanzata l'ipotesi che provenisse da un'astronave aliena, che aveva attaccato il vulcano, facendolo eruttare, e producendo questi suoni apparentemente innaturali.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!