Maria racconta: «Il mio viaggio nell'Aldilà.»

Maria racconta una sua esperienza di circa 15 anni fa, quando stava passando un momento molto difficile, talmente insostenibile che ricorse al suicidio, ingerendo una cospicua quantità di pastiglie, sonniferi per la precisione. Questo tipo di suicidio è indolore, non è percepibile, quindi la ragazza non si accorse che la morte la stesse avvolgendo. Perse i sensi ed entrò in uno stato di totale incoscienza.

Quello che accadde, però, fu totalmente inaspettato, perché si ritrovò in un luogo incredibile, un luogo che ha potuto vedere e raccontare, dato che la ragazza fu nel frattempo soccorsa, portata subito in ospedale per salvarle la vita. Ed è sopravvissuta.

Nel video ci racconta la sua esperienza, che in linea di massima si può definire di premorte, giacché le è parsa del tutto reale, non confondibile con un semplice sogno. Le sembrava di essere ancora in vita, e che quel luogo visitato fosse materiale, tangibile, benché si fosse ritrovata in mezzo alle nuvole.
Infatti di primo acchito potrebbe ricordare il Paradiso, visto che peraltro parla di un cancello che si apre, tuttavia può essere un'immagine illusoria proiettata dalla sua mente, dato che nei racconti biblici e nelle leggende, il Paradiso si trova sulle nuvole, e c'è un cancello con San Pietro che attende, per far entrare i nuovi arrivati nel Regno dei Cieli.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Guarda
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!