La foresta brucia a causa di una nave spaziale

Il 21 Agosto 2013, Lyonne, che si trovava nel suo appartamento con una finestra che dava sulla foresta (purtroppo non è stato possibile localizzarne esattamente la posizione in quanto Lyonne non ha voluto rivelarla per motivi di sicurezza), l'ha fotografata poiché ha notato una grosse nube di fumo in lontananza cercando di immortalarne il momento. Analizzando in seguito le fotografie da lei eseguite, ha capito che la causa di quella nube non è stata un incendio, come inizialmente pensava, ma probabilmente si è trattato dallo schianto di una navicella aliena nella foresta. Risulta visibile infatti, una lunga scia di qualche km che ha raso al suolo parecchi alberi. Alla fine di questa distruzione, si può notare la sagoma di una navicella spaziale. Non è ancora chiaro che cosa sia realmente successo, in quanto la navicella è sparita qualche minuto dopo l'impatto e le autorità hanno chiuso il caso, dando causa ad una azione mirata di alcuni banditi che volevano fare una semplice bravata.
Autore Mircovinaz
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Scelti da Noi

5 sconosciute e misteriose creature riprese in videocamera!

5 sconosciute e misteriose creature riprese in videocamera!

Ed ecco una nuova testimonianza bizzarra e inquietante che contiene 5 ...
ufo nel cielo?

ufo nel cielo?

Questo video mostra uno strano oggetto luminoso volteggiare nel cielo....
i misteri di tehotihuacan: la città degli dei.

i misteri di tehotihuacan: la città degli dei.

Ci ritroviamo a parlare un'altra volta di una civiltà precolombia...
canneto di caronia - "l'approfondimento" sugli ultimi incendi - mistero

canneto di caronia - "l'approfondimento" sugli ultimi incendi - mistero

Per anni un piccolo borgo marinaro siciliano è stato al centro della ...
i migliori avvistamenti ufo del 2017

i migliori avvistamenti ufo del 2017

Ecco un ennesimo video che raccoglie svariate riprese più o meno amat...
fotografata la morte

fotografata la morte

Per la prima volta degli scienziati londinesi, dopo uno studio durato ...

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!