L'ultimo mistero dell'isola di Pasqua: le tavolette rongorongo

L'isola di Pasqua è ben conosciuta nel mondo per via delle incredibili statue di pietra che ospita sulla sua superficie, e che ancora oggi sono avvolte dal mistero.

L'isola di Pasqua (Rapa Nui, in lingua originale) è un'isola vulcanica del Cile e si trova nel bel mezzo dell'Oceano Pacifico.

Le sue famose statue di pietra (che sono 600 per l'esattezza, fatti ciascuno da un unico blocco di tufo) vengono chiamate moai e sono disposte lungo le coste di tutta l'isola. Ultimamente però il mistero dei giganteschi moai (che talvolta raggiungono anche l'altezza di ben 12 metri!) ha dovuto cedere il posto ad un'altro mistero rinvenuto su Rapa Nui: le tavolette rongorongo!

Le tavolette rongorongo: tavolette di legno che narrano, attraverso una scrittura geroglifica bustrofedica (scrittura senza una direzione fissa, che cambia il senso una volta raggiunto il margine scrittorio), i segreti della civiltà polinesiana che avrebbe eretto i moai, per poi abbandonare l'isola da un momento all'altro, lasciando incompiute alcune statue. Le tavolette rongorongo non sono ancora state decifrate, ma si è notata una fortissima somiglianza con le tavolette della civiltà che viveva in età preistorica nella valle dell'Indo (antico fiume indiano ad oggi prosciugato).

Si pensa che le tavolette rongorongo siano in una qualche maniera collegate con il culto del dio uccello dell'antica civiltà che abita l'isola di Pasqua.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube The Mysteries of the Origins. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!