Il mistero della foresta di Aokigahara - Il bosco dei suicidi

Alle pendici del monte Fuji esiste una foresta rigogliosa formatasi su un terreno di origine lavica. Il suo nome è Aokigahara, ma per molti giapponesi è soprannominata "Jukai", che letteralmente significa "mare di alberi", infatti la natura del terreno e la posizione, hanno permesso che questa foresta crescesse e si sviluppasse in modo talmente rigoglioso che da una veduta sopraelevata trasmette la sensazione di trovarsi di fronte ad un vero e proprio oceano verde.

A livello del terreno, il suo manto fitto, fa si che in inverno per l'escursione termica tra il freddo circostante e l'umidità sprigionata dal terreno, si generi sovente il fenomeno della nebbia al suo interno. Purtroppo oltre a questi fenomeni inquietanti forse, ma del tutto spiegabili da un punto di vista scientifico, ve n'è un altro che di spiegazioni ne ha ben poche: i suicidi. Infatti la foresta di Aokigahara è tristemente nota anche per essere la "Foresta dei suicidi". Molti giapponesi che vi si addentrano, poi non ne escono più, ma nella maggior parte dei casi vengono trovati cadaveri e accomunati dalla stessa causa di morte: suicidio.

Si è ipotizzato che la nomea fosse da ricondurre al fatto che molti suicidi scegliessero il posto per intraprendere il loro estremo gesto, ma i casi di persone che vi sono entrati per i motivi più diversi e che in precedenza non abbiano mai manifestato volontà anticonservative è tale da far dubitare che forse qualcosa di soprannaturale in quella foresta via sia. Ma cosa è e come si manifesta?

Autore scheggia10
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Fuoco di Prometeo. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!