Il misterioso caso di Gloria Ramirez - La donna tossica

Riverside, Los Angeles, 1984. Gloria Ramirez, malata da tempo, giunge all'ospedale in seguito ad un problema respiratorio. Il personale medico di guardia per le estreme condizioni in cui versa la paziente decide di somministrarle dei calmanti via endovenosa al fine di poterla intubare. Durante queste operazioni la Ramirez va in arresto cardiaco, quindi un'infermiera ed una dottoressa cominciano le tecniche di rianimazione, ma a questo punto accadono cose strane.

L'infermiera che interviene per prima sviene improvvisamente e deve essere portata fuori dalla stanza, la dottoressa dopo aver eseguito le operazioni del caso accusa un malessere diffuso e dopo sarà ricoverata in gravi condizioni, nausea e capogiri colpiranno anche i restanti operatori che erano nella stanza ma non a contatto con la Ramirez.

La paziente non sopravvive e vengono avviate delle indagini per appurare l'accaduto e per scongiurare un caso chimico-batteriologico sconosciuto. Gli esami sul personale escludono la presenza di sostanze venefiche anche se alcuni presentano delle infiammazioni epatiche ed altri sintomi riconducibili all'esposizione a materiali tossici.

Alla fine risulterà che l'interazione tra i farmaci assunti dalla Ramirez per la sua malattia ed i farmaci somministrati dal personale medico in contemporanea con il defibrillatore hanno causato una rarissima quanto mai inusuale reazione chimica che ha sprigionato nell'aria attraverso la stessa paziente un gas tossico.

Ma questa spiegazione può bastare per descrivere quanto accaduto in quella stanza di ospedale? Perchè le testimonianze concordi tra loro sui fatti accaduti mettono in dubbio questa ricostruzione? E se non è stata una reazione chimica, allora cosa è accaduto veramente a Gloria Ramirez?

Autore scheggia10
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube L. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!