Gli antichi astronauti di Nuku Hiva.

Ancora una volta ci ritroviamo a parlare della famigerata teoria degli antichi astronauti, ma questa volta ci spostiamo nelle isole degli arcipelagi della Polinesia Francese, nell'Oceano Pacifico, più precisamente nell'isola di Nuku Hiva, appartenente all'arcipelago delle Isole Marchesi.

Qui vi è Temehea Tohu: la casa ancestrala dell'ultima regina di Taiohae, Vaekehu. Questa è particolare inquanto contiene una serie di statute umanoidi che raffigurano, secondo alcuni, creature extraterrestri con tanto di caschi e tute spaziali simili a quelle che usano oggi i nostri astronauti.

La prima popolazione che si stanziò a Samoa risale circa 2 mila anni fa e secondo le loro leggende il dio della creazione Ono permise a sua moglie di edificare una casa e che ella creò l'isola di Nuku Hiva, che nella lingua originale si chiama Te Fenua Enata, che significa Terra degli Uomini, quasi a dover sottolineare che invece nelle altre isole risiedeva una qualche altra razza umanoide.

Tuttavia non è stato ancora possibile attribuire una funzione ed un significato esatti a queste statue, e gli studiosi non sono ancora riusciti a datarle con precisione, ma suppongono che queste possano risalire al secondo millenio d.C., ma senza alcuna prova certa è molto difficile confermarlo.

Statue simili sono state rinvenuto nel corso degli anni sparse in giro per il mondo, un esempio sono le statue dei Nomoli della Sierra Leone o i rettiloidi della Mesopotamia.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube The Mysteries of the Origins. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!