Gli alieni potrebbero vivere nel Petrolio

Questa scoperta, effettuata nei primi anni del 2000, potrebbe cambiare completamente le teorie e gli studi sulla possibilità di vita senza la fotosintesi clorofilliana. Ormai lo sanno tutti quanti, compresi i bambini, che senza il Sole è impossibile che si crei vita e che si riesca a sopravvivere.

Si è scoperta però nel più grande lago naturale di asfalto, il Pitch Lake, la presenza di batteri di una forma primordiale, ma pur sempre vita. Questo avvenimento infatti, dimostra che anche su altri pianeti oltre a quello terrestre come Marte o Giove sia possibile la vita a prescindere dalla fotosintesi.

Questi batteri sono stati scoperti in Trinidad e Tobago in piccole gocce d'acqua intrappolate negli idrocarburi.
Da un punto di vista esobiologico la capacità dei batteri di poter vivere in questo micro-habitat è una scoperta sensazionale poiché vorrebbe dire che la vita è possibile anche negli ambienti più ostili, come gli altri pianeti del Sistema Solare.

Sarebbe molto importante fare ricerche su Marte, poichè si ipotizza circa 3 miliardi di anni fa questo pianeta era molto simile al nostro con fiumi e mari. Si potrebbero cercare quindi indizi per scoprire chi visse in questo pianeta prima che nascesse l'uomo.

Gli studi saranno ancora lunghi e passeranno decenni prima che si possano ottenere dei risultati accettabili, ma intanto ogni giorno che passa si iniziano a scoprire sempre cose nuove sulla possibilità che altri esseri siano presenti o che abbiano vissuto prima di noi.
Autore Mircovinaz
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!