Fotografata la morte

Per la prima volta degli scienziati londinesi, dopo uno studio durato diversi anni e dopo decine e decine di tentativi, sono riusciti in un'impresa senza precedenti. Sono riusciti a fotografare la morte, l'anima o meglio la linfa vitale presente in un corpo, fino al suo completo spegnimento. Come cavia sono stati usati dei lombrichi e dai test si può notare, mentre sono in vita, una luce accesa di colore blu.

Una volta "soppressi", possiamo notare, osservando le foto, che questa luce di mezz'ora in mezz'ora si spegne gradualmente fino a fermarsi completamente dopo 2 ore circa. Il test ovviamente non é stato ancora effettuato su esseri umani, anche perché la realizzazione sarebbe punibile per norme di legge. In ogni caso, quello che è stato fotografato é a dir poco sensazionale. Non si era mai vista una cosa del genere prima d'ora.

Quello che traspare inoltre da questo test è che la morte in realtà non avviene subito, molti credono che sia istantanea ma in verità nonostante non ci sia più attività celebrale, il corpo si spegne lentamente. In molti vedono in questa "linfa vitale", in questa "luce blu" nello schermo, l'anima dell'essere vivente o per meglio dire lo spirito che pian piano abbandonato il corpo che lo ha ospitato.

Autore Ninco89
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!